Chi siamo

Il Polo Laico è la più longeva lista civica di Vigevano, vera espressione della cittadinanza, nata agli inizi del secolo come emanazione della Associazione culturale Il Faro; conta attualmente due rappresentanti in Consiglio Comunale. Il Polo Laico è presente alle elezioni comunali dal 2005. 
Dal 2014 siamo tornati ad essere anche una associazione culturale perché ritenevamo di dover sviluppare anche fuori dalla politica il senso del nostro esistere che va oltre l'amministrare. 
Il Polo Laico infatti intende partecipare alla diffusione culturale, ove per cultura si intende l’elevazione del livello delle conoscenze fra i cittadini al fine di raggiungere una coscienza civica tale da renderli in grado di apportare significative modifiche al livello qualitativo della propria vita. In una frase: "conoscere per decidere".
Di più , a raggiungere un livello di conoscenza utile a partecipare alla amministrazione della propria vita, attraverso nuove forme di politica partecipata. Per noi un'idea può solo essere buona o cattiva, utile o inutile, interessata o disinteressata, dove "disinteressata" in realtà significa che la sua realizzazione porterà un vantaggio a tutta la cittadinanza e non solo ai portatori di interesse che la sostengono. La visione laica ci consente di depurare l’analisi dai preconcetti indotti in altri schieramenti da orientamento religioso, politico, culturale. Cerchiamo la collaborazione dei cittadini per elaborare un progetto di città che sia sentito dai vigevanesi come proprio, un progetto che provenga dalla città del quale farci portatori e garanti, non certo proprietari.
C'è una città che va ripensata. C'è una comunità il cui senso di appartenenza civico e di impegno vanno riattivati e lo strumento principale è la partecipazione.
Questo è il Polo Laico. 




Perché Polo Laico?

Un punto di difficoltà per un movimento con il nostro nome è talvolta l'accettazione dello stesso da parte dei credenti. Il termine "laico" viene visto come contrapposizione , se non odio, per la Chiesa. Al di là del pensiero di ciascuno di noi sull'argomento religioso il significato politico della parola "laico" va spiegato meglio a chi si ferma alla suddetta interpretazione.

Perchè Polo Laico?
Per i dizionari designa chi è autonomo rispetto alle istituzioni religiose, per parte della pubblica opinione è un termine antagonista rispetto a "clericale" o "religioso" probabilmente a causa di secolari dispute filosofiche. In realtà la parola "laico" viene da una delle più significative parole greche: λαός (laós, "popolo") e per derivazione da questa da λαϊκός (laikós, del popolo). In politica, laico è colui che non ha preconcetti fondati su ideologie, religioni, fazioni e il suo ragionamento non sfocia in dogmi immodificabili. E' laico dunque chi è aperto alla discussione purchè essa si dipani senza idee preformate e immodificabili al fine di giungere a conclusioni benefiche per tutti (il popolo, appunto).
Questo è il significato del termine "laico" e il Polo Laico a Vigevano vuole essere appunto un movimento aggregativo di persone di pensiero libero unite dalla volontà di risollevare le sorti della propria città, aprendosi alla collaborazione con tutte quelle forze che accettino questo piano di dialogo, privo di pregiudizi che non siano quelli riguardanti la moralità, l'etica e il fine unico del vantaggio per i cittadini.

Polo Laico Amarcord (2003-2022)